ANG In RADIO: un network radiofonico nazionale per la ricerca sociologia, la prevenzione e il contrasto al bullismo e la promozione dell’assertività e della creatività giovanile

di Maurizio Lozzi (*)

La ricerca sociologica sul campo ha oggi uno strumento in più. É la radio web di Conscom, il Registro Nazionale Sociologi e Consulenti della Comunicazione, che grazie alla consolidata, personale esperienza nel mondo dei media è diventata una gamba operativa del progetto nazionale “ANG InRadio”. Questo innovativo progetto radiofonico realizzato con i fondi messi a disposizione dall’Agenzia Nazionale per i Giovani della Presidenza del Consiglio dei Ministri, grazie al bando per la realizzazione del network delle radio digitali “ANG InRadio”, oltre a Conscom che si è specializzata nella comunicazione sociale, vede operare oggi in Italia un totale di 44 stazioni radio web, ognuna delle quali impegnata nel produrre podcast su argomenti specifici.

Nel caso di Conscom, il focus di lavoro è stato fortemente polarizzato sulla comunicazione sociale e orientato, nello specifico, ad indagare sui diffusi fenomeni di discriminazione presenti in ogni ambito del nostro sistema sociale. Dieci ragazzi under 30, provenienti dalle più svariate esperienze – lavapiatti in un fast food, studenti universitari, export manager, ingegneri informatici, fotografi ed altro – hanno vestito in “ANG InRadio Lazio Young Radio for Young People” – questo il nome della radio web di Conscom – i panni degli “osservatori partecipanti” realizzando venti podcast ascoltabili e scaricabili all’indirizzo web www.conscom.it/ang_inradio_lazio.html. Tra questi non poteva mancare quello dedicato alla Sociologia Clinica che ha visto come protagonista il Dott. Gianluca Piscitelli del Laboratorio di Sociologia Pratica, Applicata e Clinica (il podcast dell’articolo è disponibile in calce).

L’esperimento che ha permesso ai giovani coinvolti di conoscere in tutti gli aspetti la radio come medium conduce per mano gli ascoltatori facendo incontrare mondi e situazioni a volte invisibili o mantenute intenzionalmente tali. Personalmente, considero questa una grande opportunità, sia per offrire competenze a chi della radio conosceva solo l’ascolto e non la redazione dei testi, l’editing e quant’altro, sia per mettere in pratica attraverso questo strumento tecniche di indagine completamente sociologiche. Il progetto, che si concluderà quest’anno, ha comunque gettato le basi per aprire nuovi orizzonti che speriamo continuino ad essere percorribili nel tempo anche perché intende promuovere con un coinvolgimento diretto i ragazzi under 30 in tutte le tematiche che ad essi possono rivolgersi. Questo network di radio web vuole, infatti, diventare il megafono delle iniziative dell’Agenzia Nazionale per i Giovani legate proprio alle politiche giovanili ed essere anche uno strumento per informare e dare contemporaneamente ascolto proprio a questo mondo, trasformando i giovani da semplici attori del loro universo in veri protagonisti della radio.

ANG InRADIO sarà nel Lazio con l’emittente di Conscom anche uno spazio per promuovere progetti nell’ambito di Erasmus+ e Corpo Europeo di Solidarietà partendo proprio dalla voce dei protagonisti. Uno spazio, insomma, fatto con e per i giovani che – tra l’altro – proverà ad utilizzare un linguaggio vicino alle nuove generazioni, affinché i ragazzi possano sentirsi a loro agio nell’esprimere le loro idee e i loro sogni attraverso il microfono, soprattutto senza avere paura di pregiudizi. Essendo un network comunque istituzionale ANG InRADIO è anche uno strumento utile per promuovere le opportunità per i giovani offerte dal Governo, orientando la propria azione di inclusione sociale anche nel più piccolo comune italiano. In Conscom sono fieri di questo progetto curato da ben due redazioni—una per la provincia di Frosinone ed una per quella di Roma— che hanno voluto indagare on the road i fenomeni della discriminazione sociale. Un ambito molto delicato e sensibile che si è riusciti a far emergere attraverso la realizzazione di podcast dedicati a mettere in luce i problemi che tra i giovani esistono nell’accogliere le diversità, come ad esempio, quelle di orientamento sessuale, di differenza religiosa, di colore di pelle, di provenienza territoriale oppure alle disabilità fisiche.

Un mondo che i dieci ragazzi coinvolti hanno esplorato a tutto tondo realizzando vere e proprie inchieste, ora ascoltabili anche sul canale Youtube appositamente creato. La presentazione ufficiale di ANG InRADIO LAZIO “Young Radio for Young People” si è tenuta il 16 dicembre mattina al Liceo Scientifico di Ceccano (Frosinone) in V.le Fabrateria Vetus, alla presenza del Direttore Generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, Domenico De Maio, e di altri protagonisti di questo progetto nazionale che sta riportando la radio a recuperare importanti spazi di informazione sul web.

(*) Dottore di Ricerca e Presidente Conscom

ANG In Radio Sociologia Clinica e bullismo