IL SOCIAL WORKING DEL SOCIOLOGO – Manifesto per lo sviluppo della professione del sociologo

IL SOCIAL WORKING DEL SOCIOLOGO – Manifesto per lo sviluppo della professione del sociologo

di Everardo Minardi UNA RIFLESSIONE E ALCUNE PROPOSTE PER LO SVILUPPO DI UNA PROFESSIONE DEL SOCIALE. Le azioni possibili e praticabili per favorire lo sviluppo della professione del sociologo attraverso l’arricchimento del sapere teorico e tecnico e l’individuazione degli ambiti

TRACCIARE L’ANATOMIA DEL POTERE E DELLE RELAZIONI PER SVILUPPARE PERCORSI DI EMANCIPAZIONE COLLETTIVA SEMPRE PIU’ EVOLUTI E COMPLESSI. Riflessioni su una sociologia ‘viva’, partecipe della realtà che indaga e per ritrovare il senso dell’azione sociale

TRACCIARE L’ANATOMIA DEL POTERE E DELLE RELAZIONI PER SVILUPPARE PERCORSI DI EMANCIPAZIONE COLLETTIVA  SEMPRE PIU’ EVOLUTI E COMPLESSI. Riflessioni su una sociologia ‘viva’, partecipe della realtà che indaga e per ritrovare il senso dell’azione sociale

di Marco Omizzolo La ricerca sociale non può prescindere dal confronto sul campo coi soggetti che fanno il fatto sociale da indagare. L’oggetto della sociologia, come ci ha insegnato Ferrarotti, è il soggetto e quest’ultimo costituisce l’universo di senso da

LA COMUNITA’ NECESSARIA. Pubblicato il rapporto dell’attività di antropologia applicata curata da Anna Rizzo nell’ambito del Progetto MEA MEMORIA

LA COMUNITA’ NECESSARIA. Pubblicato il rapporto dell’attività di antropologia applicata curata da Anna Rizzo nell’ambito del Progetto MEA MEMORIA

a cura della Redazione. Scrive l’antropologa applicata Anna Rizzo nella sua introduzione: “Un paese che ha fatto esperienza delle perdite umane è un paese reso fragile, che ha bisogno di riconsiderare le sue vulnerabilità. La catastrofe, causando una vera e