QSC #33 – L’empatia come interazione pura. Da Weber alla Neurosciologia

QSC #33 – L’empatia come interazione pura. Da Weber alla Neurosciologia

a cura della Redazione Il dialogo tra Sociologia e Neuroscienze Sociali potrebbe permettere l’approfondimento, puntuale, di diversi concetti divenuti, erroneamente, appannaggio di discipline volte all’universalismo scientifico. Il tentativo presentato in questo paper è quello di riproporre il concetto di empatia,

QSC #32 – La cura professionale. Considerazioni sociologiche – condivisibili anche da non sociologi – sulla cura, l’utilizzo di sostanze nocive e il gioco d’azzardo

a cura della Redazione Questo lavoro cerca di proporre l’idea che ogni disciplina, sociologia compresa, ritaglia un proprio spazio nella realtà, parziale, ma utile alla comprensione del disporsi degli eventi. L’utilizzo di concetti “fuori contesto”, l’accettazione apodittica nella pratica sociologica

IL MANIFESTO: La coincidenza tra la valorizzazione della figura professionale del sociologo e la piena realizzazione dell’assistenza territoriale nel Servizio Sanitario Nazionale

IL MANIFESTO: La coincidenza tra la valorizzazione della figura professionale del sociologo e la piena realizzazione dell’assistenza territoriale nel Servizio Sanitario Nazionale

La pandemia Covid-19, e quello che ancora stiamo vivendo, ha messo a dura prova il mondo intero ed in particolare il sistema dei servizi sociali e sanitari, che si sono trovati ad affrontare, quasi sempre separatamente, una serie di istanze

“Perché il tempo è vita. E la vita dimora nel cuore”. Breve esercizio di sociologia visuale e urbana applicata, in compagnia di Valentina Parisi

“Perché il tempo è vita. E la vita dimora nel cuore”. Breve esercizio di sociologia visuale e urbana applicata, in compagnia di Valentina Parisi

Testo di Gianluca Piscitelli (*), Fotografie di Valentina Parisi (**) Siamo a tempo, siamo tempo. “L’obiettivo della nostra corsa verso la morte” – afferma Michel de Montaigne – “è l’oggetto necessario della nostra aspirazione: se ci spaventa non potremo muovere